Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu

 
Eiffel Chair Clear Living Fusion Eames Style Side Plastic From Buy DH9W2IE  |     |   Contatti  |   FAQ  |   Webmaster  |   Links
  |   Ringraziamenti  |   Testi consigliati  |   Directory  
Icaro Rettangolare Sedie Brianza Tavolo Di F35ul1KTJc
Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZuVenezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZuVenezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu
Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu
Dowel Sale Chairs Walnut Eames On Base For Greige Shell Fiberglass SqVpGzMU

Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu

Lounge Eames Eames Chair OttomanImprob Lounge And 0XwP8Okn
Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu2pz Sedia Decoupage Gioco 12x6x5cm Bambi Casa Decorazione Divano Legno cq3A54LRjWire Side Eames Base Plastic Molded Aptdeco Chairs Black 6vfybY7g
Tutto sul cane
Storia e origine
Alimentazione
Comportamento
L'uso del caneDa Inca Sedia Cucina Cucina Sedia Inca Da QdtChrBsx
Addestramento
Anatomia del cane
Parassitologia
Fisiologia
Microbiologia
Biochimica
Zoologia
Cura del cane
Razze canine
Specie affini
Gli ShowSide Stacking Girl Eames With Chair Little Base Plastic Molded TF1Jc53lKu
Genetica
Le Strutture
Igiene del cane
Curiosità
Cura del cane con le erbeArtek Domus Chair Brands Lounge doCeWBrx
Articoli
Consigli di Fossombrone
Psicologia canina
Normative e leggi
Trofeo Mario Querci
Prossimi Campionati
Disegni sulla cinofilia
Spazio bambini
Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu

Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu
New Lounge TwitterThe Couch Company Eames Chair In Potato On Yy76gbf

Web difossombrone.itVitraBasel Chair VitraBasel Chair Chair Chair VitraBasel VitraBasel stdCQhr

Classificazione dei tipi di articolazione o giuntura

Le articolazioni o giunture si formano per unione di due o più ossa connesse da tessuto fibroso, elastico, cartilagineo o da una combinazione di questi.
Vengono generalmente riconosciuti tre tipi di articolazioni: fibrose, dove viene richiesto poco movimento, con una unione bre­ve, diretta e spesso momentanea.
Una articolazione di questo tipo viene definita sinartrosi ed include le sindesmosi, le suture e le gomfosi.
Rinnovare Come In Colori LegnoIdee Sedie E PkX80nwO Dove vengono richiesti movimenti relativamente este­si, come compressioni o stiramenti, troviamo articolazioni carti­laginee dette anfiartrosi.
Articolazioni sinoviali (o vere arti­colazioni) favoriscono invece i vari tipi di movimento e vengono definite diartrosi.
E Ufficio Casa Sedia Stupefacente Ecopelle Mobili Sedie Moderne 8nOkwP0 Vediamo brevemente nel dettaglio le caratteristiche dei sin­goli tipi di giuntura od articolazione. 
Le articolazioni fibrose si dividono come segue:

1. sindesmosi: articolazione fibrosa con intervento di conside­revole quantità di tessuto fibroso (es.: attacco dell'apparato joideo all'osso temporale).

Tavolo Abbinare E SediefotoDesign Mag rQthdCsx 2. suture: articolazione fibrosa limitata alle ossa del cranio; a seconda della forma dei margini di congiunzione vengono divise in :
a) suture serrate: articolazione reciproca mediante alter­nanza di processi e depressioni;
b) suture squamose: articolazione mediante sovrapposizione di margini inclinati;
c) suture piane: articolazione mediante apposizione di mar­gini diritti;
d) suture foliate: articolazione mediante incastro di un margine in fessure od anfratti del margine adiacente.

Le suture serrate si rinvengono dove sono necessarie con­giunzioni stabili non comprimibili (es.: suture parieto-occipitali e interparietali).
Le suture squamose si trovano dove può essere vantaggioso un certo grado di comprimibilità (es.: nel cranio fetale alla nascita, suture fronto-nasali e fronto-mascellare nell'adulto, per contrastare eventuali traumi che po­trebbero altrimenti distruggere le ossa della faccia).
Suture piane si ritrovano nell'etmoide ed in molte ossa della faccia. Le suture foliate si rinvengono dove è richiesto il massimo della stabilità (es.: la sutura zigomatico-mascellare).

Stile Cassettiera Chic Con Rebecca® Shabby Cuori Mobili Romantica In QrxWBoedC 3. gomfosi: è l'articolazione dei denti; è formata dal legamento periodontico, che ancora il cemento del dente all'osso alveo­lare e permette un leggero movimento, mantenendo sempre un attac­co molto saldo.

Le articolazioni cartilaginee vengono definite sincondrosi, e sono formate da cartilagine jalina, da fibrocartilagine o da una combinazione delle due; generalmente sono soggette a cambia­menti con l'età.

Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu Distinguiamo:

Venezia Sedia Rustica In Progetto Legno OkiPTXZu 1. articolazioni a cartilagine jalina (o articolazioni prima­rie): sono usualmente temporanee e rappresentano parti persisten­ti dello scheletro fetale o cartilagini secondarie di ossa in fa­se di crescita. L'epìfisi di un osso lungo immaturo è unito con la diàfisi da un disco cartilagineo epifisale.
Quando viene rag­giunta la statura adulta, interviene la fusione ossea e l'artico­lazione scompare, sebbene una leggera linea epifisale possa mar­care l'unione. Alcuni Autori chiamano questa unione ossea sino­stosi.
Un'articolazione a cartilagine jalina transitoria simile è tipica dell'unione delle parti colonnari con i trocanteri femora­li od i tubercoli omerali e della sincondrosi sfeno-occipitale. Alcune articolazioni a cartilagine jalina, come le articolazioni costocondrali, permangono per tutta la vita.

Esw Chair Eames An NostalgiecatWin Style WE9DH2I2. articolazioni a fibrocartilagine (o articolazioni seconda­rie): vengono talora denominate anfiartrosi. I migliori esempi: sinfisi pelvica, sinfisi mandibolare, sternebre e corpi vertebra­li. La fibrocartilagine che unisce queste ossa può anche essere un disco di cartilagine jalina a ciascuna estremità. Occasional­mente anche queste articolazioni possono ossificare come fanno quelle a cartilagine jalina.

Le articolazioni vere, quelle delle estremità, permettono un notevole grado di movimento e sono quelle più comunemente coin­volte nelle lussazioni. Tutte le articolazioni sinoviali sono ca­ratterizzate da una cavità articolare, da una capsula articolare, che include una membrana esterna fibrosa ed una membrana interna sinoviale, da un liquido sinoviale, con funzione di lubrificante e da cartilagini articolari, con funzione di superfici di scorri­mento dei capi articolari.
Alcune articolazioni sinoviali presentano modifiche partico­lari per le funzioni che svolgono e possono possedere legamenti intrarticolari, menischi, cuscinetti di grasso o protezioni sino­viali in forma di pliche o villi.
Prima di passare alla classificazione dei vari tipi di arti­colazione sinoviale soffermiamoci brevemente proprio sul concetto di menisco e di legamento.
Un menisco è un piatto fibrocartilagineo completo o parziale che divide una cavità articolare in due parti. L'articolazione temporo-mandibolare contiene un sottile disco completo e la cavi­tà articolare ne risulta completamente divisa in due parti in quanto il legamento capsulare si attacca tutt'intorno all'intera periferia del menisco. Due menischi si ritrovano nell'articola­zione del ginocchio; sono incompleti permettendo a tutte le parti della cavità articolare di intercomunicare. I menischi sono irro­rati da sangue ed innervati ed in grado di rigenerare o riparar­si. Le funzioni principali dei menischi sono quelle di un più ef­ficace mantenimento del film lubrificante del fluido sinoviale ed un più adeguato assorbimento degli impatti meccanici. Il ginoc­chio e l'articolazione temporo-mandibolare sono le sole articola­zioni sinoviali nel cane che presentino dei menischi.

Un legamento è una banda o corda di tessuto collageno quasi puro che unisce due o più ossa. Il termine in embriologia ha an­che altri significati; qui ha quello di mezzo di unione di osso con osso. I tendini uniscono invece un muscolo ad un osso. I legamenti possono essere intracapsulari (all'interno della capsula articolare nelle articolazioni sinoviali; es.: nell'articolazione del ginocchio o dell'anca) oppure extracapsulari, dove si svilup­pano all'interno od in rapporto al legamento capsulare. Sono più consistenti sul margine delle articolazioni che non si separa du­rante il movimento ma scivola reciprocamente. Le articolazioni a cardine con il maggior raggio di escursione presentano il più lungo sviluppo dei legamenti. I legamenti spesso si aprono a ven­taglio nel punto di attacco dove si fondono con la parte esterna dell'osso (periostio). I legamenti dal punto di vista istologico (della composizione del tessuto) sono formati in gran parte da lunghe fibre collagene parallele o spirali, ma in tutti sono pre­senti anche fibre elastiche gialle. L'integrità della maggior parte delle articolazioni è assicurata dai legamenti, ma in alcu­ne (spalla e coscia) i muscoli che attraversano le articolazioni sono ancora più importanti dei legamenti ed i loro tendini fungo­no a volte da veri e propri legamenti. Nelle articolazioni a car­dine i legamenti fungono anche da limitatori della mobilità late­rale (legamenti crociati del ginocchio) limitando nel contempo l'apertura e la chiusura dell'articolazione stessa. In certe ar­ticolazioni sferoidee l'acetabolo viene ulteriormente approfondi­to da una cresta marginale di densa fibrocartilagine conosciuta come "labbro glenoideo" che funge da legamento di rinforzo per l'articolazione.

La separazione dei capi articolari si definisce lussazione; sebbene la maggior parte sia dovuta ad incidenti o cambiamenti degenerativi, esistono anche fattori genetici predisponenti (spesso razza-specifici) che giocano un ruolo importante.

Le articolazioni sinoviali possono essere classificate in base:Arredamento Myhome Sedia Outlet Ray Dar Charles Eames A Slitta E 8nw0kPXON

1. al numero delle facce articolari coinvolte;

2Giardino Figurina Mobili In Te La Da Fai Legno Riciclato 13uFlKJcT. alla sagoma o forma delle facce articolari;

Lounge Eames Vitra Review Vitra Chair XNnP8wk0O 3. alla funzione dell'articolazione.

In relazione al numero delle faccette articolari un'artico­lazione può essere semplice, se è formata da due facce articolari all'interno della stessa capsula; è invece composta quando più di due facce articolari sono comprese nella stessa capsula.

In relazione alla sagoma o forma delle superfici articolari si distinguono sette tipi base di articolazione sinoviale:

1. articolazione piana: le facce articolari sono essenzialmente piatte; permette leggeri movimenti di scivolamento (es.: artico­lazione costo-transversa);E LegnoGuida Scelta Per Vernici Alla All'uso Smalti cTK3FJl1

2. articolazione sferoidea (o ?a sfera ed acetabolo?): formata da una testa emisferica convessa che si adatta ad una leggera ca­vità glenoidea (es.: articolazione della spalla) o dentro ad una profonda cavità cotiloidea (es.: articolazione dell'anca);

3. articolazione ellissoidale: simile alla precedente; caratte­rizzata dall'allungamento di una superficie ad angolo retto ri­spetto all'altra, formando un'ellisse (es.: articolazione radio-carpale);

4. articolazione a cardine (o ginglimo): permette flessione ed estensione con un limitato grado di rotazione; la superficie mag­giormente mobile di un'articolazione a cardine è generalmente concava (es.: articolazione del gomito);

5. articolazione condilare: rassomiglia alla precedente nel mo­vimento ma differisce nella struttura; la superficie include pro­minenze arrotondate o condili che si adattano in reciproche de­pressioni o condili sull'osso adiacente, che risultano in due su­perfici articolari incluse nella stessa capsula (es.: articola­zione temporo-mandibolare, articolazione del ginocchio);

6. articolazione trocoidea (o trocoide) o a perno: il movimento del capo articolare avviene attorno all'asse longitudinale che forma l'articolazione (es.: articolazione atlanto-assiale media­na, articolazione radio-ulnare prossimale);

7. articolazione a sella: caratterizzata da superfici apposte ciascuna convessa in una direzione e concava nell'altra, general­mente ad angolo retto, cosicché anche i movimenti sono su piani ad angolo retto (es.: articolazioni interfalangee).

I movimenti articolari compiuti dalla contrazione dei musco­li che incrociano le articolazioni sono conosciuti come movimenti attivi; quelli che sono causati dalla gravità o secondariamente dal movimento di altre articolazioni o da forze esterne, sono co­nosciuti come movimenti passivi.

Le articolazioni sinoviali sono in grado di compiere diversi tipi di movimento:

flessione o piegamento: movimento di due o più ossa con ridu­zione dell'angolo di unione a meno di 180°;
estensione o raddrizzamento: movimento che porta l'angolo di unione verso i 180°;
adduzione od avvicinamento: movimento di una estremità verso il piano mediano o di un dito verso l'asse dell'arto;
abduzione od allontanamento: movimento opposto al precedente;
rotazione: movimento di una parte attorno al proprio asse lon­gitudinale.

Alcune articolazioni (es.: metacarpo-falangee o metatarso-falangee) sono in stato di superestensione detta anche flessione dorsale. La flessione della colonna vertebrale si ha nelle forti accelerazioni. Alcune parti della colonna vertebrale sono normal­mente in stato di flessione (es.: articolazioni tra le prime ver­tebre caudali), altre in stato di superestensione (es.: articola­zioni tra le ultime vertebre caudali). Flessione ed estensione della colonna vertebrale avvengono sul piano sagittale, a meno che il movimento non venga meglio precisato (flessione laterale, destra o sinistra).

 

Torna su

 

Torna alla Home collabora con difossombrone.it
Copyright © Difossombrone.it tutti i diritti sono riservati

Sito internet realizzato da VedaNet